cibo romaTrattandosi di una delle città più vaste d’Europa e di quella, forse, con il flusso turistico maggiore in assoluto, Roma è piena di locali e ristoranti dove gustare la cucina italiana, oppure dove sperimentare le cucine etniche che sono approdate nella capitale da diversi anni.
Se si vuole gustare la cucina tipica in un itinerario a Roma, trattata in modo particolarmente raffinato ed in una cornice molto elegante, si può scegliere di mangiare a Roma da “Agata e Romeo”, in Via Carlo Alberto, ristorante circondato ormai da locali gastronomici all’insegna della multietnicità, dove si possono assaggiare addirittura cinque diversi piatti a base di baccalà, alimento tipico della cucina capitolina.
Da provare, invece, tra gli antipasti da mangiare a Roma, il tortino di pecorino di fossa con miele di castagno, come, tra i dolci, il millefoglie di Agata, cavallo di battaglia del locale nella carta dei dessert a partire dalla sua apertura.
Il ristorante, elegante senza essere troppo impegnativo, ha un costo medio a testa di poco più di cento euro, ma la cucina è veramente ottima.
Se invece si vuole optare per la cucina romana in una cornice molto più informale, continuando l’itinerario a Roma ci si può recare al classico “Giggetto Al portico d’Ottavia”, locale a conduzione familiare per una cena decisamente più informale, che offre nel menu ogni tipo di piatto della cucina tipica della capitale, con costi che non raggiungono i cinquanta euro a testa ed una rara capacità di rendere leggero ogni tipo di piatto capitolino.
Altrettanto noto e dall’atmosfera ugualmente verace e familiare, sebbene negli anni si sia trasformato in un locale un po’ più formale rispetto agli inizi, nel più classico degli itinerari a Roma è  ”La Sora Lella”, ormai gestito dal figlio e dai nipoti, mantiene una tradizione di cucina locale decisamente di alto livello, ad un costo che va tra i quaranta ed i cinquanta euro a testa. Se invece i sapori di Roma e d’Italia si vogliono gustare passioneitaliana.com è quello che fa per voi. Ariva a casa un carico carico di meraviglie nostrane!